Nota: Sebbene le nostre guide più popolari siano state tradotte in italiano, alcune guide sono disponibili solo in inglese.
Aggiungere parole chiave per la SEO

Sebbene Squarespace abbia molte funzionalità integrate che ottimizzano il tuo sito per i motori di ricerca, le parole che utilizzi sul tuo sito incidono notevolmente sulla possibilità che le persone possano trovarti facilmente. Per ottenere una buona posizione nei risultati di ricerca, è importante includere nel sito parole chiave (testo) che corrispondano ai termini di ricerca che le persone usano per trovare siti come il tuo.

Questa guida esamina le procedure consigliate e offre suggerimenti per la creazione di una strategia per le parole chiave.

Nota: prima di iniziare, considera che le strategie SEO non rientrano nell'ambito del supporto Squarespace. Dal momento che ogni motore di ricerca utilizza una tecnologia complessa, che cambia di frequente, e che ogni utente ha esigenze di marketing diverse, non siamo in grado di fornire consulenza SEO per i nostri clienti.

Perché le parole chiave sono importanti

Internet è un mercato. A prescindere dal fatto che tu venda o meno degli articoli, il tuo sito è in competizione con tutti gli altri per attirare l'attenzione dei motori di ricerca.

Aggiungere parole chiave al sito consente ai motori di ricerca di associarlo a termini di ricerca specifici. L'utilizzo strategico di queste parole chiave aiuta i motori di ricerca a considerare il tuo sito pertinente per coloro che ricercano quei termini.

I motori di ricerca possono avere un impatto significativo sul traffico del sito. Ad esempio, circa il 50% del traffico per support.squarespace.com proviene dalla ricerca organica.

Tipi di parole chiave

Le parole chiave rientrano in due categorie:

  • Head Terms - Parole chiave più brevi con un volume di ricerca maggiore, come fotografo, scarpe  e ceramica. Queste si rivolgono a un pubblico vasto e sono, di solito, più difficili da classificare.
  • Long Tail - Si tratta di termini di ricerca più descrittivi e formati da più parole, quali fotografie per fidanzamento nyc, scarpe da donna rosse e vasi in ceramica smaltata. Esse sono rivolte a query di ricerca più specifiche e possono essere più facili da classificare.

Step 1 - Raccogliere le idee in un elenco

Per iniziare, crea un elenco di parole chiave che le persone potrebbero cercare per trovare siti come il tuo. Non trattenerti troppo in questa fase; potrai perfezionare l'elenco nello step successivo.

Ecco alcuni aspetti da considerare:

  • Destinatari - Pensa al tipo di persone che vuoi attirare sul tuo sito. Che cosa vogliono? Che problemi hanno? Potrebbe essere utile chiedere ad altre persone, come amici o colleghi, cosa inserirebbero nei motori di ricerca se cercassero i tuoi contenuti o servizi.
  • Il tuo prodotto - Elenca ciascuno dei tuoi prodotti o servizi e aggiungi più parole che li descrivano. Anche se non vendi articoli, il tuo prodotto è ciò che si riceve visitando il tuo sito, ad esempio informazioni sui pappagalli.
  • Il tuo brand - Elenca le parole che descrivono di cosa trattano il tuo sito e il tuo brand, come il nome della tua azienda, il tuo settore e le tue specialità.
  • Concorrenti - Dai un'occhiata ai siti Web dei tuoi concorrenti. Quali parole usano? Quali parole evitano? Quali parole utilizzi quando cerchi i loro siti?
  • Sinonimi - Pensa a dei modi alternativi per dire una qualsiasi delle parole chiave nel tuo elenco. Ad esempio, 4 luglio, Quattro luglio, Luglio 4 e Luglio quattro sono tutte parole chiave diverse.
  • Parole correlate - Digita le parole che hai trovato su Google e scopri quali ricerche correlate suggerisce. Quindi, se possono essere riferite al tuo sito, aggiungile all'elenco.

Se il tuo sito è già stato creato, utilizza questi strumenti integrati per visualizzare le parole chiave che i tuoi visitatori stanno già utilizzando:

Step 2 - Perfezionare l'elenco

Utilizza l'elenco creato nello Step 1 per determinare le parole chiave a cui assegnare la priorità. Nella maggior parte dei casi, le parole chiave che cercherai saranno:

  • Abbastanza generiche da essere effettivamente cercate.
  • Abbastanza specifiche da poterti potenzialmente far classificare nella prima pagina dei risultati.
  • Pertinenti al tuo sito e utilizzate per creare contenuti di qualità e offrire un'ottima esperienza ai visitatori.

Ecco alcuni aspetti da tenere a mente:

  • Difficoltà - La "difficoltà" di una parola chiave è una combinazione tra il suo grado di genericità, la frequenza con cui viene cercata e il numero di siti che cercano di classificarsi in base a essa. Sebbene sia consigliabile provare con un paio di parole chiave difficili, è un'ottima mossa mescolare anche parole chiave più semplici. Google Ads Keyword Planner è una buona base di partenza.
  • Pertinenza - Evita le parole chiave che non sono correlate al tuo sito o hanno un volume di ricerca molto basso.
  • Parole chiave attuali - Se il tuo sito è già stato creato, potresti mantenere le parole chiave che hanno già un buon rendimento. Puoi visualizzarle nei pannelli Parole chiave di ricerca Google e Altre parole chiave di ricerca.
  • Nome della tua azienda - Se la tua azienda non si classifica bene quando la cerchi per nome, potresti dover impostare tale parola chiave come prioritaria.
Suggerimento: se non sei sicuro del numero di parole chiave su cui concentrarti, un elenco di tre parole chiave Head Terms e sette Long Tail è un buon punto di partenza.

Step 3 - Aggiungere parole chiave al sito

I motori di ricerca esaminano le posizioni in cui appaiono le parole chiave sul tuo sito e assegnano priorità ad alcune aree rispetto ad altre. Ecco alcune posizioni ideali in cui aggiungere le parole chiave, in ordine di importanza:

Suggerimento: aggiungi delle parole chiave chiare e naturali, che abbiano senso per gli esseri umani. Il cosiddetto "keyword stuffing" (uso di parole chiave in eccesso) è scoraggiante per i visitatori e può essere controproducente per il posizionamento nei risultati dei motori di ricerca. Consulta le nostre procedure consigliate per maggiori informazioni.

Queste aree non influiscono sulla classificazione da parte dei motori di ricerca, ma aiutano in altri modi:

  • Descrizioni di pagina e per i motori di ricerca - Aggiungi parole chiave accattivanti al meta testo della descrizione che può essere visualizzato sotto il titolo del sito nei risultati di ricerca.
  • Tag - I tag aiutano i visitatori a navigare e trovare contenuti nel tuo sito.
Suggerimento: Google mette in grassetto le parole chiave ricercate nella descrizione visualizzata nei risultati di ricerca, per incoraggiare chi effettua la ricerca a cliccare sul tuo sito.

Step 4 - Monitorare i risultati

Per avere un effetto sul suo posizionamento nei motori di ricerca, queste modifiche al sito potrebbero richiedere del tempo.

  • La frequenza con cui i motori di ricerca indicizzano il tuo sito è al di fuori del nostro controllo, ma puoi richiedere a Google e Bing di eseguire l'indicizzazione per aiutare questi motori di ricerca a trovare i tuoi nuovi contenuti.
  • Dopo l'indicizzazione del nuovo contenuto, la modifica della classificazione potrebbe richiedere ancora un po' di tempo. La classificazione si basa su molti fattori e le parole chiave ne costituiscono solo una parte.

Ecco alcuni modi per verificare se la tua strategia per le parole chiave sta funzionando nel tempo:

  • Strumenti di analisi del tuo sito - Consulta il pannello Parole chiave di ricerca Google e altri pannelli di analisi, quali Altre parole chiave di ricerca, Registro attività e Traffico per monitorare l'impatto sul traffico del tuo sito e sul posizionamento nei motori di ricerca.
  • Google Analytics - Utilizza la nostra integrazione con Google Analytics per monitorare e analizzare ulteriormente i visitatori.
  • Classificazioni nei motori di ricerca - Utilizzando un browser in modalità privata o in incognito, aggiungi la tua parola chiave ai motori di ricerca, quali Google e Bing, per visualizzare la tua classificazione (posizionamento nell'elenco dei risultati) e il relativo cambiamento nel tempo.

La strategia relativa alle parole chiave dovrebbe essere un progetto costante e in continua evoluzione. Con il passare del tempo, continua a controllare le tue classificazioni, a sostituire le parole chiave con scarse prestazioni, ad aggiornare i tuoi contenuti e a monitorare i tuoi concorrenti e le attività dei visitatori per assicurarti che il tuo sito conservi la sua pertinenza.

Suggerimento: la strategia delle parole chiave è solo una parte della SEO. Consulta i nostri suggerimenti per migliorare la visibilità del tuo sito nei motori di ricerca.

Procedure consigliate per le parole chiave

Se devi scegliere una cosa in particolare di questa guida, fai così: scrivi per gli umani non per i robot.

L'obiettivo di un motore di ricerca è collegare le persone con i siti che trovano pertinenti e convincenti. I metodi utilizzati dai motori di ricerca diventano sempre più sofisticati e sono progettati per imitare il comportamento umano. Scrivendo un testo chiaro e coerente, che i visitatori trovano utile e facile da navigare, stai anche ottimizzando il tuo sito per i robot dei motori di ricerca.

Non "eccedere con le parole chiave"

In passato, l'enfasi dei motori di ricerca sulle parole chiave ha portato le persone a sovraccaricare il proprio sito, eccedendo nel numero.  Un esempio di questa tendenza potrebbe essere il nome di un'immagine come matrimonio-fotografo-matrimonio-nyc-matrimonio-fotografo-matrimoni.

Ciò non solo è scoraggiante per i visitatori, ma i motori di ricerca sono diventati più sofisticati, e ora possono penalizzare il tuo sito per questo. invece di utilizzare un gran numero di parole chiave in modo insensato, concentrati su alcune parole chiave essenziali e integrale in un testo chiaro e leggibile.

Controlla la densità delle parole chiave

Un modo per assicurarti di non eccedere con le parole chiave consiste nel valutare la tua "densità di parole chiave", ovvero la percentuale di volte in cui la parola chiave viene visualizzata in una pagina.

Ad esempio, se la tua pagina contiene 200 parole e la parola chiave viene usata 20 volte, la densità di parola chiave è pari al 10%.

Una buona densità di parole chiave è pari al 2-3%. Ciò aiuta i motori di ricerca a capire di cosa tratta la tua pagina senza che venga considerata spam.

Tieni presente che sebbene la densità sia un fattore, devi comunque aggiungere le parole chiave in luoghi strategici e in modo naturale.

Aggiungere parole chiave in titoli e nomi

Per i titoli del sito e i titoli SEO e della pagina:

Suggerimento: utilizza caratteri quali - o | per separare frasi o parole chiave: Excelsior Designs | Agenzia di branding digitale

Per gli slug di pagina e i nomi dei file immagine:

  • Cerca di descrittivo e specifico. Ad esempio, ceramica-lavorata a mano-NYC è meglio di idpagina10 o IMG_01.
  • Dove ha senso, incorpora la parola chiave focus della pagina.
  • Utilizza solo lettere, numeri, caratteri di sottolineatura e trattini.
  • Separa le parole con dei trattini.

Strutturare le pagine

È probabile che i visitatori scorrano il tuo sito per trovare ciò che stanno cercando, piuttosto che leggere tutto il testo nella pagina. Struttura le tue pagine in modo da aiutare i visitatori e i motori di ricerca a navigare nei tuoi contenuti e a trovare rapidamente ciò che cercano.

Le intestazioni aiutano i visitatori e i motori di ricerca a navigare tra i tuoi contenuti e a trovare rapidamente ciò che cercano. Come regola generale:

  • Struttura le pagine in modo che le intestazioni di Titolo 1 si trovino nella parte superiore e le dimensioni delle intestazioni si riducano mentre scorri la pagina verso il basso.
  • Le intestazioni e i sottotitoli devono essere univoci. Non utilizzare lo stesso testo per più intestazioni.
  • Mantieni le intestazioni brevi e pertinenti.

Per il corpo del testo:

  • Cerca di includere la parola chiave mirata all'inizio della prima frase della pagina.
  • Se ha senso farlo, ripeti le parole chiave in tutto il corpo del testo un paio di volte.
  • Puoi mescolare l'ordine delle parole. Ad esempio, se stai cercando di classificarti per "progettazione edificio", la frase "progettare un edificio" verrebbe conteggiata nell'ambito della densità delle parole chiave.
  • Includi parole chiarificatrici e sinonimi per le parole chiave. Se stai scrivendo un testo accattivante, ciò di solito accade naturalmente.
  • Verificare la presenza di link non funzionanti.
  • Quando aggiungi dei link ai tuoi contenuti, assicurati che il testo da cui stai effettuando il collegamento sia pertinente. Ad esempio, collegare le parole "t-shirt a v" è meglio di "clicca qui".
Suggerimento: per maggiori informazioni, guarda il nostro video Scrivere per il Web.

Concentrati su una parola chiave per pagina

Per dimostrare la rilevanza nei confronti dei motori di ricerca, prova a concentrarti su una parola chiave per pagina. Ad esempio, se una delle tue parole chiave è piccoli di pappagallo, puoi usarla nel titolo SEO, nello slug della pagina, nel testo del titolo, nel corpo del testo e nei nomi dei file immagine presenti in una pagina.

Aggiungere alt text alle immagini

I motori di ricerca utilizzano il testo alternativo per identificare il contenuto di una pagina. Inoltre, esso rende il tuo sito più accessibile alle persone che utilizzano lettori di schermo assistivi o browser con immagini disabilitate. 

Segui le nostre procedure consigliate per le immagini e per il testo alternativo per assicurarti che il sito sia ottimizzato per i visitatori e i motori di ricerca.

 

Suggerimento: per i risultati di ricerca di Google Image, Google preferisce i file .jpg ai .png o .gif.

Osservare siti simili

Anche se non sei in competizione per il profitto o per un'attività, se vuoi essere trovato da nuove persone, devi competere per attirare l'attenzione e farti spazio con siti che offrono contenuti simili al tuo. Ad esempio, altre panetterie della tua città, organizzazioni no profit che servono le stesse comunità o blogger che recensiscono anche prodotti di bellezza naturali.

Tieni sotto controllo i tuoi concorrenti di alto livello e rifletti su quali parti della loro strategia di contenuti potrebbero rivelarsi utili per il tuo sito. Ecco alcuni aspetti da cercare:

  • Numero di parole nella pagina
  • Qualità dei contenuti
  • Frequenza di pubblicazione di nuovi contenuti
  • Struttura delle intestazioni
  • Numero di tag e categorie
  • Tipo di contenuto, ad esempio immagini, video e file audio
  • Integrazioni con i social media

Creare contenuti da parole chiave

Se non hai un punto qualsiasi del tuo sito che si correla direttamente a una parola chiave o a una frase per la quale ti vuoi classificare, puoi usarla come ispirazione per l'aggiunta di altri contenuti.

Per iniziare, pensa alla parola chiave e considera:

  • Che cosa sta tentando di ottenere una persona cercando quella frase?
  • Quali sono le cose che potresti offrire nel tuo sito in grado di suscitare il suo interesse?
  • Come puoi collegarti dai nuovi contenuti ad altre aree del tuo sito?
  • Quali contenuti simili esistono già in altri siti e come potresti affrontare l'argomento in modo diverso o migliore?
Suggerimento: un modo per incorporare parole chiave nei nuovi contenuti consiste nell'aggiungere un blog e concentrare ogni nuovo post su un singolo argomento. Il blogging regolare aiuta i motori di ricerca a rilevare il tuo sito come un sito attivo.

Quando vedrò i risultati?

Per avere un effetto sul suo posizionamento nei motori di ricerca, queste modifiche al sito potrebbero richiedere del tempo. L'ottimizzazione delle parole chiave è un processo a lungo termine, continuativo, e una classificazione dipende da molti fattori, tra cui il modo in cui i visitatori interagiscono con il tuo sito.

Per ottenere risultati migliori:

Il ruolo della ricerca a pagamento

La ricerca a pagamento si ha quando crei annunci che vengono visualizzati nei risultati di ricerca. Su Google, ad esempio, queste vengono visualizzate nella parte superiore dei risultati di ricerca per parole chiave specifiche, con un'etichetta per indicare che si tratta di un annuncio.

Sebbene esse possano certamente indirizzare il traffico verso il tuo sito, non contribuiscono alla sua SEO. Anche se stai effettuando una campagna di ricerca a pagamento, è una buona idea ottimizzare il sito in modo che le prestazioni della tua classificazione organica siano buone.

Suggerimento: se ti interessa la ricerca a pagamento, verifica se il tuo sito è idoneo per un credito Google Ads.
Questo articolo ti è stato utile?
Utenti che ritengono sia utile: 104 su 118
Aggiungere parole chiave per la SEO